Conoscere i cibi per un naturale benessere

Spesso pensiamo che mangiare sano significhi giorni di dieta ferrea in cui non è possibile mangiare cibi gustosi, limitandoci solo a delle verdure insipide.
In realtà "mangiare sano" vuol dire fare attenzione al tipo di cibo, senza privarci di ciò che ci piace, e fare attenzione alle quantità e alle combinazioni degli alimenti. Ecco quindi alcuni consigli, curiosità e qualche utile ricetta in grado di coniugare il gusto con il benessere...

gelato artigianaleIntorno al gelato artigianale sono nate moltissime storie, alcune vere e altre di fantasia, che narrano la nascita di quest’alimento così particolare e amato da tutti. Il piacere di gustare un buon gelato è antico di almeno tremila anni e la sua nascita è incerta.
Uno dei primi documenti storici in cui si parla di " gelato" ci giunge da un poeta greco vissuto nel 500 a.C. ad Atene. I greci amavano preparare le loro bevande rinfrescanti con poco limone, miele e molto succo di melograno con neve o ghiaccio.

Niente di meno che latte fermentato simile allo yogurt, il Kefir è una bevanda rinfrescante e salutare, ricca di fermenti lattici e probiotici vivi e benefici, dal gusto fresco, leggermente acido ma dal sapore particolarmente piacevole.
Scoperto e subito apprezzato dall’uomo già migliaia di anni fa, originario del Caucaso, e tutt’oggi molto usato in Russia, il Kefir viene preparato in modo tradizionale utilizzando latte fresco (di pecora, capra o vacca) e i fermenti o granuli di Kefir formati da un polisaccaride chiamato kefiran che ospita colonie di batteri e lieviti, ma può essere preparato anche con altri liquidi con contenuto di zuccheri come il latte di soia o il latte riso e persino solo con l’acqua zuccherata.
Questa bevanda è considerata un alimento miracoloso per il nostro organismo, perché contiene, oltre ai fermenti (che garantiscono il corretto funzionamento dell’intestino aiutandoci a prevenire allergie e ad assorbire le vitamine indispensabili per la nostra salute), minerali quali il calcio, il magnesio, il fosforo e lo zinco, ma anche amminoacidi come il triptofano il quale ha effetti terapeutici sul sistema nervoso (molto utile per le per le persone che hanno disturbi di iperattività o disturbi del sonno). Il Kefir è inoltre ricco di Vitamine del gruppo B e Vitamina K che regolano il sistema renale e che fungono da antiossidanti. Essendo povero di lattosio, poi, il Kefir può essere ingerito anche da coloro che ne sono intolleranti.
Consumare regolarmente Kefir dunque, ci garantisce un buon funzionamento dell’intestino e dell’apparato digerente, ci aiuta a rinforzare le difese immunitarie in quanto stimola la produzione di anticorpi, a riequilibrare la flora intestinale e ad eliminare il colesterolo cattivo nel sangue, e per finire a mantenerci calmi e sempre giovani.
Considerato un elisir di lunga vita è particolarmente indicato per chi ha bisogno di energia o per chi si sta riprendendo da un trattamento di antibiotici, agli anziani, e soprattutto alle donne in gravidanza grazie al suo contenuto di acido folico fondamentale per lo sviluppo del feto.

KÉFIR D'ACQUA : PROVIAMO A FARLO IN CASA

ricetta kefir di acquaA differenza del Kefir di latte, il Kefir d’acqua ha un sapore frizzante, dissetante e leggermente alcolico.
Ingredienti :
-1/2 litro di acqua
- 4-6 cucchiai di zucchero
- 2-cucchiai di granuli di Kefir
- 1/2 limone;
- 1 fico secco oppure 2 cucchiai di uva sultanina o frutta varia a scelta;
-1 cucchiaio di semi a scelta di cumino, anice o finocchio oppure un po’ di menta

Preparazione :
Mettete i granuli nel contenitore e versate l’acqua;
Aggiungete lo zucchero e mescolate molto bene;
Spremete il mezzo limone ed aggiungete anche la buccia grattugiata;
Aggiungete la frutta, i semi e/o le foglie di menta;
Tappate il recipiente assicurandosi e lasciate in fermentazione a temperatura ambiente per 48 ore;
Filtrate la soluzione di Kefir in altro recipiente e una volta lasciato raffreddare ancora un po’ il vostro miracoloso Kefir, di acqua sarà pronto.

Conservate in frigo e consumate entro una settimana.

tipi di oliEcco di seguito l'elenco degli oli che rendono belli e sani.

 

 

 

 

 

 

 

 

DifferentiTipiDiDolcificante1Ricercare la dolcezza nel cibo è una prerogativa comune degli esseri umani: questa necessità, da sempre, è stata soddisfatta mangiando frutta. Nell'ultimo secolo, però, lo zucchero raffinato è stato inserito in tantissimi alimenti, ed è diventato difficile farne a meno. Ma c'è qualcosa di più sano e salutare per dolcificare i nostri cibi e il nostro palato?

  

 

 

OlioDiAlbicoccaL’olio di albicocca viene utilizzato nel campo alimentare e quello cosmetico per le sue molte proprietà. Un olio vegetale ideale tanto per il benessere dell’intestino quanto per quello dell’epidermide. L’albicocca è un frutto molto benefico per l’organismo ma, secondo gli esperti, è soprattutto il suo nocciolo, dal quale viene estratto l’olio per mezzo della spremitura a freddo, a migliorare la qualità generale della salute

ananasL'ananas (Ananas sativus) è il frutto della pianta di ananasso, appartenente alla famiglia delle Bromeliacee. Grazie alla presenza della bromelina ha un'azione decongestionante, oltre che essere ricca di sali minerali e in vitamine. 

 

 

logo sinuMembro della Società Italiana di Nutrizione Umana

Normalmente non facciamo caso a quanti grassi mangiamo ogni giorno a causa del modo errato in cui cuciniamo i cibi. Eppure basterebbe fare solo un po' di attenzione al modo di cucinare alcuni piatti e, come per magia, anche un alimento che pensavamo fosse vietato potrebbe trasformarsi in un cibo sano, in grado di garantirci una vita più salutare.

Dottoressa Teresa ESPOSITO

Corso Italia, 2 - 80049 Somma Vesuviana (NA) - Centro Direzionale di Napoli, Edificio F3 5° Piano int. 10 - 80143 Napoli (NA)
Tel. (+39) 081.8992498 Cell. (+39) 349.8416407