Nuove conoscenze hanno evidenziato la complessità del sistema di regolazione centrale del comportamento alimentare. L'ipotalamo ha un ruolo centrale nella regolazione dell'assunzione di cibo. In animali da esperimento, la stimolazione elettrica dell'ipotalamo laterale determina iperalimentazione, mentre lesioni di tale area provocano riduzione del consumo di alimenti. In maniera speculare, la stimolazione elettrica dell'ipotalamo ventromediale inibisce l'assunzione di cibo, e la sua distruzione la stimola. Alla modulazione della fame e della sazietà partecipano, con funzioni biologiche diverse, numerosi nuclei ipotalamici e numerosi neurotrasmettitori; Il complesso network che unisce le strutture nervose evidenzia che vi sono zone, situate al di fuori dell'ipotalamo, che hanno uno specifico ruolo: nuclei della base e alcune aree di sostanza grigia del tronco encefalico, ad esempio. Le varie popolazioni neuronali coinvolte nella modulazione della fame e della sazietà utilizzano vari neuromediatori: serotonina, dopamina, adrenalina e altri numerosi neuropeptidi.



logo expo

 

 

logo sinuMembro della Società Italiana di Nutrizione Umana

Normalmente non facciamo caso a quanti grassi mangiamo ogni giorno a causa del modo errato in cui cuciniamo i cibi. Eppure basterebbe fare solo un po' di attenzione al modo di cucinare alcuni piatti e, come per magia, anche un alimento che pensavamo fosse vietato potrebbe trasformarsi in un cibo sano, in grado di garantirci una vita più salutare.

Dott.ssa Teresa ESPOSITO
Corso Italia 2 80049 Somma Vesuviana (NA) - Centro Direzionale Edificio F3 4°Piano int.1 (NA)
Tel. (+39) 081.8992498 Cell. (+39) 349.8416407 - email teresa.esposito@unicampania.it