Prove tecniche d’estate

Il segreto sta nel consumare cibi ricchi di vitamine A, B e C assumendo anche integratori e antiossidanti

Arriva il caldo, via felpe e pantaloni, anche i piedi si scoprono. La temperatura comincia ad aumentare ed il nostro corpo ci chiede di scoprirsi, ma siamo bianchi come mozzarelle. Si ha voglia di sfoggiare i vestiti estivi, ma con non con quelle gambe e quelle braccia color latte. Come fare? Il modo migliore è programmare una giornata all’aria aperta con abiti leggeri e corti oppure in piscina per poi far seguire un bel week-end al mare, così acquisterete subito un colore ambrato. Ma non cercate di prendere il sole di una settimana in un solo giorno. Ne ricaverete solo una pelle arida e scottata.

Iniziate a prepararvi al primo sole con l’alimentazione. Mangiate cibi ricchi di vitamine A, B e C e assumete eventualmente integratori alla provitamina A e antiossidanti. Consumate per esempio frutta e verdura di colore giallo e rosso, ricche di betacarotene e vitamine, come carote, peperoni, pesche, albicocche, melone e anguria. Inoltre, per evitare la formazione di rughe, non dimenticate i nutrienti fondamentali: carboidrati, fibre, proteine, sali minerali, vitamine e grassi, primo fra tutti l’olio d’oliva. Quali sono i cibi “campioni” di vitamine del gruppo B?

Le uova che contengono tutte le vitamine B, ma in particolare la vitamina B2 o riboflavina che occupa un ruolo centrale nel metabolismo di carboidrati, grassi e proteine. La verdura a foglia verde possiede alti contenuti in vitamina B1 o tiamina, che si trova in spinaci e affini ed è addetta alla conversione dei carboidrati in glucosio fondamentale per mantenere il sistema nervoso sempre attivo.

Il lievito di birra contiene molta vitamina B3 o niacina. Questa vitamina, infatti, aiuta a mantenere la pelle sana e agisce positivamente anche sul sistema nervoso e sul sistema gastrointestinale. Il pesce è molto ricco di vitamina B6 o piridossina. Questa vitamina collabora con la B3 per la conversione di quest’ultima nel triptofano, il precursore della serotonina che a sua volta interviene nella produzione di globuli rossi.

I piselli sono ricchi di vitamina B9 o acido folico. A questa vitamina si attribuisce un ruolo centrale nella sintesi del DNA e nel rinnovamento cellulare. Il latte è come le uova, anche nel latte si ritrova l’ampio gruppo delle vitamine B, tra cui la vitamina B12 o cobalamina. Questa vitamina fa da “assistente” all’acido folico nello svolgimento delle sue funzioni. La B12 è anche indispensabile per la sintesi dell’emoglobina, la proteina costitutiva dei globuli rossi.

E la vitamina C? Anche questa è necessaria ai fini di una pelle sana e dorata. E’ contenuta nell’uva, nei frutti rossi, nelle fragole. Inoltre i peperoni: il peperone rosso e giallo, a parità di peso, contengono circa 4-5 volte più vitamina C di un’arancia fresca. 100gr di peperoni contengono infatti 166mg di vitamina C se crudi e 116mg se cotti, contro i 50mg delle arance. È rilevante anche la presenza di betacarotene, Le poche calorie in esso contenute lo rendono perfetto anche per le diete ipocaloriche.

Le cime di rapa, come la rucola e gli spinaci sono una buona fonte di Vitamina C. Gli ultimi, menzionati, anche ricchi in vitamina A. Hanno proprietà disintossicanti, mineralizzanti e antianemiche. Essendo ricche anche di calcio, proteggono e rinforzano le ossa. Il magnesio e la clorofilla in esse contenute aiutano a mantenere il buonumore. Sono un vegetale antitumorale e hanno una funzione battericida, oltre a tenere sotto controllo la pressione e il colesterolo e ad avere proprietà antinfiammatorie.

E ancora, via libera a broccoli, cavoli e cavolfiori, ma attenti alle quantità, perché gli eccessi potrebbero dare flatulenza! In ultimo ma non per importanza limoni e arance.

Se siete soggetti agli eritemi solari o alle scottature, provate a eliminare dalla vostra dieta alimenti come asparagi, carciofi e pomodori, ma anche bevande come la birra. Questi contengono infatti sostanze che possono peggiorare la situazione (nichel e istamina). Non trascurate l’idratazione: dato che in estate si perdono più liquidi, bevete due litri di acqua al giorno.

logo sinuMembro della Società Italiana di Nutrizione Umana

Normalmente non facciamo caso a quanti grassi mangiamo ogni giorno a causa del modo errato in cui cuciniamo i cibi. Eppure basterebbe fare solo un po' di attenzione al modo di cucinare alcuni piatti e, come per magia, anche un alimento che pensavamo fosse vietato potrebbe trasformarsi in un cibo sano, in grado di garantirci una vita più salutare.

Dottoressa Teresa ESPOSITO

Corso Italia, 2 - 80049 Somma Vesuviana (NA) - Centro Direzionale di Napoli, Edificio F3 5° Piano int. 10 - 80143 Napoli (NA)
Tel. (+39) 081.8992498 Cell. (+39) 349.8416407