Continuano le Giornate di Prevenzione e Promozione della salute. Il Piano Nazionale della Prevenzione è parte integrante del piano Sanitario Nazionale, affrontando le tematiche relative alla promozione della salute e prevenzione delle patologie.

Bupa International, una delle principali compagnie assicurative in tema di salute, ha commissionato un’indagine alla London School of Economics, coinvolgendo più di 12 mila persone nel mondo, di cui 1000 in Italia. Più della metà degli italiani (54%) ammette di fare attività fisica solo per un’ora alla settimana, o anche meno. In linea con la media internazionale, sette connazionali su 10 (71%) bevono alcolici e quasi un terzo fuma (30%). Eppure l’86% è preoccupato di sviluppare in futuro una malattia cronica: oltre un terzo degli italiani (37%) teme il cancro, mentre meno di uno su dieci (8%) si preoccupa delle malattie cardiache e appena il 5% del diabete. Gli italiani ammettono che il maggior impedimento a scegliere stili di vita più sani è la mancanza di tempo (30%) mentre per il 17% è la scarsa motivazione. Bastano come giustificazione? Inoltre, le malattie croniche sono la causa principale di morte e disabilità in tutto il mondo e causano il 60% di tutti i decessi.

Il progetto di prevenzione, nato dalla comunione d’intenti tra la V Commissione Sanità del Consiglio Regionale della Campania e l’Università della Campania “Luigi Vanvitelli”, è attivo ormai da 4 anni e opera in diversi comuni campani. Il “neo eletto” Presidente della V Commissione Sanità, On. Stefano Graziano ha già annunciato di estendere questa iniziativa a tutto il territorio campano.

Questo progetto, prende vita grazie al supporto, completamente a titolo gratuito, di aziende leader nella nutraceutica come Agaton e Shedir Pharma e nella tecnologia per diagnostica strumentale come Medisol. Allo stesso modo e seguendo di pari passo lo stesso principio che tiene in vita il progetto, docenti universitari, come il Prof.re B. Varriale (Docente di Biologia generale e genetica Molecolare Università della Campania “Luigi Vanvitelli”), il Prof. D. Ronca (specialista in Ortopedia e traumatologia), la Dott.ssa T. Esposito (specialista in Dietologia e Nutrizione Umana e Biochimica clinica). Coinvolti anche la Dott.ssa M.G. Esposito (specialista in Chirurgia Generale presso l’Ospedale del Mare),la Dott.ssa F. Cirillo (specialista in medicina nucleare presso l’Ars Medica S.p.a di Roma), il Dott. G. Pone (specialista in Nefrologia presso la SIUMB). Medici specialisti si alternano dunque, offrendo il loro contributo in qualità di divulgazione, visite mediche ed esami diagnostico-strumentali gratuiti. I temi trattati e per i quali prendono vita queste giornate sono diversi: patologie tiroidee, obesità infantile, menopausa precoce e sindrome dell’ovaio policistico.

In Italia si è fatta molta strada in tema di prevenzione e la Campania mantiene alto il suo impegno. Le persone sono più attente, partecipano agli screening, hanno capito l’importanza della diagnosi precoce. Il lavoro educativo è profondo e vanno coinvolti tutti quei luoghi dove è possibile un confronto reale e attivo per poter diffondere una prevenzione primaria, caratterizzata da uno stile di vita sano ed equilibrato, e una secondaria, improntata su screening e diagnostiche strumentali.

Pubblicato su Il Mediano

logo sinuMembro della Società Italiana di Nutrizione Umana

Normalmente non facciamo caso a quanti grassi mangiamo ogni giorno a causa del modo errato in cui cuciniamo i cibi. Eppure basterebbe fare solo un po' di attenzione al modo di cucinare alcuni piatti e, come per magia, anche un alimento che pensavamo fosse vietato potrebbe trasformarsi in un cibo sano, in grado di garantirci una vita più salutare.

Dottoressa Teresa ESPOSITO

Corso Italia, 2 - 80049 Somma Vesuviana (NA) - Centro Direzionale di Napoli, Edificio F3 5° Piano int. 10 - 80143 Napoli (NA)
Tel. (+39) 081.8992498 Cell. (+39) 349.8416407