Conoscere i cibi per un naturale benessere

Spesso pensiamo che mangiare sano significhi giorni di dieta ferrea in cui non è possibile mangiare cibi gustosi, limitandoci solo a delle verdure insipide.
In realtà "mangiare sano" vuol dire fare attenzione al tipo di cibo, senza privarci di ciò che ci piace, e fare attenzione alle quantità e alle combinazioni degli alimenti. Ecco quindi alcuni consigli, curiosità e qualche utile ricetta in grado di coniugare il gusto con il benessere...

curcumaLa curcuma ha diverse proprietà, che sono in grado di apportare differenti benefici. Dalla pianta vengono ricavati i rizomi, ricchi di principi attivi. Alla fine, dopo l’ebollizione e l’essicazione, se ne ottiene una polvere, che è dotata di azioni antinfiammatorie e antiossidanti. Non a caso la curcuma, secondo la ricerca scientifica, avrebbe anche un’azione di prevenzione nei confronti di alcuni tumori. Molte sono le patologie, che possono beneficiare dell’azione della curcuma. Il tutto è possibile grazie agli effetti esercitati dalla curcumina, dal potassio, dalla vitamina C e dall’amido. Scopriamone insieme tutti gli effetti benefici, non dimenticando di non esagerare, per evitare eventuali effetti collaterali.

anice stellatoL’anice stellato anche detto anice stellato cinese, è identificato dal nome botanico Illicium verum. La pianta dalla quale nasce è una pianta sempreverde, originaria del bacino del Mediterraneo, ma che oggigiorno è ormai diffuso in quasi tutte le parti del mondo: è possibile trovarla in Asia, Sud America ed America Centrale. Tipicamente questa pianta è anche diffusa nelle aree tropicali e subtropicali.
Il nome della pianta deriva proprio dal frutto che produce che è a forma di stella ed ha un caratteristico colore sui toni del bruno-rossastro.

discorrea villosaLa dioscorea (Dioscorea villosa), nota anche come igname selvatico o wild yam, è una pianta appartenente alla famiglia delle Dioscoreacee; la dioscorea è una pianta erbacea perenne lianiforme il cui fusto, sottile e lanoso, può raggiungere i 12 m di lunghezza.
La dioscorea è originaria del Canada e dei Paesi del sud degli Stati Uniti; le specie appartenenti al genere Dioscoreacee sono molto numerose (circa 600); tutte sono caratterizzate dalla notevole presenza di sapogenine e per questo motivo sono state utilizzate

peperoncinoPiccolo, rosso e piccante, il peperoncino è una spezia molto apprezzata in cucina, ma dalle ormai note virtù anche in campo salutistico. In fitoterapia, per esempio, è usato contro le malattie da raffreddamento, in virtù de potere fluidificante della capsaicina, la sostanza in esso contenuta, che gli conferisce proprio la piccantezza e della buona quantità di vitamina C.
Sempre la capsaicina si è rivelata utile come antidolorifico. E recentemente, la stessa sostanza è stata chiamata in causa da uno studio coreano perché ritenuti in grado di favorire un’azione “brucia–grassi“. Non una novità assoluta, visto che su questa potenziale azione dimagrante del peperoncino si lavora da tempo.

logo sinuMembro della Società Italiana di Nutrizione Umana

Normalmente non facciamo caso a quanti grassi mangiamo ogni giorno a causa del modo errato in cui cuciniamo i cibi. Eppure basterebbe fare solo un po' di attenzione al modo di cucinare alcuni piatti e, come per magia, anche un alimento che pensavamo fosse vietato potrebbe trasformarsi in un cibo sano, in grado di garantirci una vita più salutare.

Dottoressa Teresa ESPOSITO

Corso Italia 3, Parco Rosmary Palazzo n. 2, SCALA B - Piano Terra 80049 Somma Vesuviana (NA)
Cell. (+39) 349.8416407